Come le risorse umane possono diventare “fattori abilitanti”

Negli ultimi mesi, i professionisti delle risorse umane erano in piena modalità di “risoluzione dei problemi”: le aziende di tutti i settori sono state colpite da COVID-19 in un modo o nell’altro. Sebbene molti dei principali problemi per le risorse umane siano rimasti gli stessi dall’inizio di quest’anno, abbiamo visto un riordino delle priorità dovuto alla pandemia globale, con il “futuro del lavoro” come priorità numero uno per i leader delle risorse umane secondo un recente sondaggio di Gartner. Ma quando si tratta di quello che succederà dopo, gli uffici HR non possono essere solo “controllori”, ma devono invece essere “attivatori”.

Non vi è alcun dubbio che, in alcune organizzazioni, le risorse umane vengano percepite come le persone che ostacolano, invece di agevolare alcune attività. Quindi, cosa devono fare i professionisti HR per scrollarsi di dosso l’immagine di impedimento ed aiutare le organizzazioni ad adattarsi alle nuove realtà del lavoro?

Guida il cambiamento di mentalità

Sia la forza lavoro che il luogo di lavoro stanno cambiando tantissimo. Il tradizionale orario di lavoro 9/18 non è più l’unica modalità immaginata dalle aziende. Il lavoro flessibile e remoto si  è necessariamente molto diffuso e probabilmente rimarrà a lungo una delle modalità più utilizzate, poiché le persone prestano sempre maggiore attenzione all’equilibrio tra lavoro e vita privata. Le risorse umane devono aprire e continuare le discussioni con i manager sull’impatto che questi cambiamenti hanno sull’azienda e sul ruolo che le risorse umane devono davvero svolgere. Dedica del tempo a comprendere le opinioni e le prospettive degli altri, quindi elabora un elenco di quelle che ritieni siano le priorità, come faresti per affrontarle ed avvia il dibattito con il management.

Porta delle prove

Non hai bisogno di portare analisi eccessivamente approfondite per trasformare le informazioni a tuo vantaggio. Avere dati tangibili che mostrano quanto tempo viene perso a causa della malattia, il tempo necessario per colmare ruoli vacanti, dove si trovano le carenze di competenze o quali parti del business stanno lottando per conservare il personale, ti consente di parlare in termini di business o finanziari così che il management comprenda meglio le esigenze del team. La tecnologia per supportare questi aspetti è ora ampiamente disponibile a prezzi ragionevoli ed è diventata molto più semplice da usare.

Sfrutta le nuove conoscenze

La ricchezza di informazioni a nostra disposizione con una semplice ricerca ci ha fornito nuove idee su come possiamo motivare le persone, su come coinvolgerle e su cosa le fa comportare nel modo in cui si comportano. Ora è il momento di trovare la via per integrare queste nuove intuizioni (come la psicologia dell’onboarding) nelle politiche del personale e nelle attività di ricerca e sviluppo.

Potenzia il management

Le organizzazioni possono avere impostato le politiche sulle persone più lungimiranti di sempre, ma è il modo in cui tali politiche vengono messe in atto in prima linea che conta davvero. I manager di linea sanno come coinvolgere e motivare il personale e comprendono perché questo sia importante? Sono attrezzati per avere conversazioni di carriera costruttive con il loro team? Di quali informazioni e supporto hanno bisogno per bilanciare le esigenze del business con le aspettative dei dipendenti? Le risorse umane hanno un ruolo enorme da svolgere nel consentire ai manager di linea di ottenere il meglio dalle loro persone.

Collabora

Le risorse umane non possono occuparsi in totale autonomia dell’adeguamento alle nuove modalità di lavoro. La professione deve lavorare a stretto contatto con i colleghi in finanza, IT e marketing per sviluppare strategie che aggiungeranno valore reale al business. Questi ruoli si sono tradizionalmente considerati reciprocamente con una certa dose di scetticismo – e le risorse umane non sono sempre rispettate dai loro pari – ma è tempo di abbattere i confini e lavorare in modo collaborativo verso un obiettivo comune. Individua le iniziative su cui puoi lavorare insieme ad altri dipartimenti: un approccio diverso alla formazione manageriale, migliorare l’uso dei sistemi di gestione delle risorse umane, anche qualcosa di semplice come concordare con la finanza su definizioni comuni per la contabilità dell’organico.

Le risorse umane devono diventare l’agente per la trasformazione e questo è possibile solo essendo proattivi. I leader delle risorse umane dovrebbero guardare oltre il quotidiano ed esplorare le loro capacità strategiche.

Iscriviti alla Newsletter

Sottoscrivi Ora