8 suggerimenti per costruire la propria resilienza

La nostra capacità di affrontare le situazioni stressanti e sopportare le difficoltà è stata davvero messa alla prova lo scorso anno. Sia sul lavoro che nella nostra vita privata, la pandemia ha aumentato le sfide quotidiane che affrontiamo, con un impatto significativo sulla nostra salute, le relazioni e la situazione finanziaria. Sappiamo che ci sono persone con una forte resilienza che affrontano agilmente situazioni così difficili. Ma cosa rende una persona resiliente? E chi non lo è per natura, può allenare la propria resilienza?

La resilienza può essere considerata “in parte un tratto psicologico semipermanente e in parte uno stato psicologico variabile”. Ciò significa che mentre alcune persone sono naturalmente più resilienti di altre, la resilienza personale può anche essere influenzata da fattori esterni. Mentre continuiamo ad affrontare un periodo complesso, ecco alcuni suggerimenti su come costruire la tua resilienza nell’ambito professionale.

1. Valuta la tua posizione attuale

Fai un passo indietro e comprendi la situazione in cui ti trovi. Sei nel posto in cui vorresti essere? Cosa c’è nella tua “to do list”? Lo fai per te o per qualcun altro? Ponendoti domande come queste, puoi comprendere meglio le tue esigenze e priorità, il che aiuta a mettere tutto in prospettiva. Sarà più facile comprendere dove spendi troppe energie o ti stressi inutilmente.

2. Stabilisci obiettivi SMART

Stabilire obiettivi realistici e raggiungibili per te stesso ha vantaggi significativi. In primo luogo, ti aiuta a concentrarti e ti fornisce uno scopo, in secondo luogo suddividere compiti grandi in diversi obiettivi più piccoli li rende molto più gestibili e, ultimo ma non meno importante, ti dà qualcosa da celebrare per cui essere soddisfatto. In questo modo non ti sentirai sopraffatto e, affrontando le attività passo dopo passo, anche le difficoltà che incontrerai potranno essere gestite una alla volta.

3. Riconosci i tuoi errori

Molti di noi hanno paura di commettere errori o di essere rifiutati. Ma le persone resilienti vedono il fallimento e il rifiuto come trampolini di lancio verso il loro obiettivo. I momenti di difficoltà vanno riconosciuti e considerati punti di partenza da cui crescere e da cui imparare, non qualcosa che bloccherà il tuo percorso di crescita. Vedere gli errori e i fallimenti del passato sotto una luce più positiva e come passaggi necessari per avvicinarsi ai propri obiettivi, significa dimostrare resilienza.

4. Pratica la consapevolezza

Per molti, la consapevolezza è un percorso efficace per costruire la resilienza. Liberando la mente, lasci più spazio per la risoluzione dei problemi e l’ispirazione che ti aiuterà ad affrontare meglio la pressione. Concediti il ​​tempo di prepararti per le attività quotidiane, come chiamate o riunioni, e per riflettere su di esse in seguito; quando lavori su progetti impegnativi, stabilisci piccole pause o diversifica il tuo lavoro in modo da avere la possibilità di fare cose diverse durante il giorno.

5. Prenditi cura del tuo benessere

Quando le cose sembrano andare in crisi, può essere fin troppo facile trascurare i propri bisogni. Perdere l’appetito, ignorare l’esercizio e non dormire a sufficienza sono tutte reazioni comuni alla pressione. Questo non è solo dannoso per il tuo benessere fisico, ma anche per la tua salute mentale. Prendendoti cura dei tuoi bisogni, proteggerai la tua salute generale, aumenterai la tua capacità di recupero e sarai  pronto ad affrontare le sfide della vita.

6. Abbraccia il cambiamento

La flessibilità è una parte essenziale della resilienza. Imparando ad amare il cambiamento, sarai meglio equipaggiato per rispondere a qualsiasi imprevisto che potrebbe presentarsi. Questo spesso significa aumentare la tua curiosità e apertura a nuove esperienze e uscire dalla tua zona di comfort, sia dentro che al di fuori del lavoro. Essere aperti al cambiamento può fornirti opportunità che potresti non aver considerato possibili prima.

7. Impara cose nuove

Per adattarti al cambiamento, devi essere disposto ad imparare ogni giorno qualcosa, anche qualcosa di semplice come guardare un discorso TEDx o ascoltare l’episodio di un podcast. Anche se potrebbe sembrare una perdita di tempo sottratto alle attività importanti, potrai imbatterti in nuovi metodi e modi di pensare che possono rivoluzionare il tuo modo di lavorare.

8. Non prendere troppo sul serio il tuo lavoro

Avere senso di responsabilità è importante, ma devi sapere quando fermarti. L’ossessione per il tuo lavoro, soprattutto quando le cose potrebbero non andare bene, può facilmente portare a un sovraccarico e alla fine al burnout. Se le cose si fanno difficili, non caricare tutto sulle tue spalle, ma ricorda che hai un team da cui cercare supporto e guida. Le persone resilienti in situazioni di stress non solo sopravvivono, ma prosperano, aumentando il loro potenziale di crescita e produttività. Le aziende che cercano di sviluppare un forte pool di talenti faranno bene a incoraggiare i propri dipendenti a costruire la resilienza personale creando un ambiente che li aiuti a sviluppare le competenze appropriate e che offra supporto durante i periodi di stress.

Iscriviti alla newsletter