Le tradizioni di Natale dei nostri colleghi

Qualunque religione o credo professiate, è molto probabile che la fine di dicembre sia un periodo speciale. Qui in Italia, si sa, festeggiamo il Natale, e via di albero, lucine, regali, cenoni e pranzi, bambini che aspettano Babbo Natale…

Sapete che Cezanne HR lavora con clienti in tutto il mondo, ragione per cui il nostro team, per soddisfare le esigenze di tutti, è davvero cosmopolita. Abbiamo raccolto qualche testimonianza dalla sede inglese sulle tradizioni natalizie delle varie parti del mondo.

Hanna Liljedahl, Customer Support – Svezia

Illustration of Cezanne employee HannaIn Svezia celebriamo il Natale il giorno della vigilia e la giornata comincia con i bambini che ricevono un regalo nella loro calza di natale da parte dei ‘Tomte Nissarna’, gli aiutanti di babbo natale. Una volta che ognuno ha fatto colazione, ci spostiamo alla chiesa di quartiere per incontrare i vicini e cantare tutti insieme. È poi il momento del pranzo tradizionale, fatto con brodo e pane nero. Il pomeriggio lo passiamo a guardare cartoni e film di natale in tv, per aspettare la grande cena, composta da tantissime portate diverse. La notte poi arriva babbo natale con i doni.

Soukaina Tiken, Customer Support – Marocco, Italia, Olanda

Illustration of Cezanne employee SoukainaLa mia situazione è pressochè unica, poiché ho vissuto la maggior parte della mia vita in Italia, ma sono nata in Olanda dove sono rimasta fino ai 7 anni, ed il mio background è marocchino. Anche se in Marocco non si celebra il Natale perchè è un paese mussulmano, i miei genitori hanno sempre preparato una piccola cena e qualche regalo per noi bambini così che non ci sentissimo diversi dai nostri amici olandesi ed italiani. In Italia adoravo i dolci, Pandoro, Panettone, tiramisu e l’usanza di andare al cinema il tardo pomeriggio del giorno di natale dopo il pranzo. Quando ero in Olanda invece, il Natale era un po’ diverso. Le celebrazioni si focalizzavano sull’arrivo di Babbo natale e dei suoi aiutanti (Sinterklass e Zwarte Pieten); già dall’inizio di Dicembre eravamo soliti lasciare calze e scarpe vicino casa o fuori dalle finestre della scuola perchè Babbo natale le riempisse di doni e dolci.

Mirela Gheorghita, Accountant – Romania

Illustration of Cezanne employee MirelaIn Romania le festività natalizie vanno dal 20 Dicembre al 7 Gennaio, ma le celebrazioni iniziano davvero la vigilia di Natale quando decoriamo l’albero. Anche le canzoni di natale sono una parte significativa del natale in Romania; la sera della vigilia infatti i bambini vanno di porta in porta cantando  e chi gli apre dona caramelle, dolci tradizonali ed a volte qualche moneta.

 

Declan McCarthy, Customer Support – Giappone e Australia

Illustration of Cezanne employee DeclanHo passato diversi natali sia in Australia che in Giappone, e le celebrazioni nei due paesi sono molto diverse come potete immaginare. In Australia è simile al natale italiano, si festeggia il 25 dicembre e ci si scambia i regali quel giorno, ma ci sono circa 40 gradi! Per questo il pranzo di natale è tendenzialmente più leggero, a base di pesce ed insalate, o magari un barbeque seguito da qualche gioco all’aperto. In Giappone invece ovviamente conoscono il natale, ma non viene celebrato ed è un normale giorno lavorativo.

Joanna Charalambous, Customer Support – Grecia

Illustration of Cezanne employee JoannaIn Grecia l’equivalente di Babbo natale è Saint Vasilis, un santo che aiuta i poveri e porta i doni la sera di capodanno; in più mangiamo Vasilopita, una torta che contiene una sopresa che si dice porti fortuna a chi la trova nella sua fetta. Facciamo l’albero di natale, ma è anche molto comune decorare le barche sul porto con luci natalizie.

 

Sarah Hawke, Technical Writer – Tanzania

Illustration of Cezanne employee SarahCon un terzo della popolazione di fede cristiana, il natale in Tanzania è un giorno importante. Meno commerciale che in Europa, è un’occasione per trascorrere tempo con i propri cari, cantando tantissime canzoni. La tanzania ha anche una grande parte di popolazione musulmana ed è ormai usuale che questa venga invitata alle celebrazioni natalizie.

Iscriviti alla Newsletter

I dati personali forniti non saranno comunicati ad altre aziende o utilizzati per scopi non autorizzati.
Per maggiori informazioni, si prega di leggere il nostro impegno per la Privacy.