5 suggerimenti per bilanciare lavoro da remoto e famiglia

Con il paese che lentamente esce dal lockdown, sono sempre di più le persone che lavorano da casa. E mentre molti di noi erano già abituati allo smart working, per altri si tratta di un’esperienza nuova e gli serve tempo per trovare il giusto equilibrio. La sfida è ancora più difficile per chi si trova a lavorare da casa con i figli attorno, e si deve destreggiare tra il loro intrattenimento, le attività scolastiche e le responsabilità lavorative.

remote working family children

Ancora non si sa quando riapriranno le scuole, ma sembra ormai chiaro che non avverrà prima di settembre; gli insegnanti si sono dovuti organizzare in pochissimo tempo, preparando i materiali ed inviando i compiti. Ma socializzare e mantenersi attivi giocano un ruolo fondamentale nell’educazione e nella crescita, e non è facile replicare i momenti con i compagni anche da remoto, soprattutto se i genitori sono anche impegnati con il lavoro.

Abbiamo 5 suggerimenti che le risorse umane aziendali possono condividere con i dipendenti per semplificare il bilanciamento tra lavoro da casa e cura dei figli.

1. Mantenete una routine

Creare delle nuove abitudini da rispettare quotidianamente non è semplice, inizialmente commetterete degli errori o vi sembrerà un’organizzazione errata e la modificherete. Ma appena riuscirete a creare una routine giornaliera da rispettare, vi accorgerete di quanto sia utile per voi ed i vostri bambini, soprattutto per la vostra produttività.

Per cominciare cercate di mantenere inalterato l’orario della vostra sveglia al mattino e di trovare un momento della giornata in cui i figli magari dormano per dedicarvi esclusivamente al lavoro; organizzate le vostre attività per portare avanti i progetti che vi richiedono maggiore concentrazione nel poco tempo di solitudine concessovi e tenetevi il resto per i momenti caotici con i piccoli attorno. Se avete dei figli abbastanza grandi da comprenderlo, comunicate con loro in merito al tempo che vi è necessario trascorrere soli, in cui devono dedicarsi ad attività autonome. Per chi invece ha figli più piccoli, se non siete soli in casa, cercate di organizzarvi con l’altro adulto presente per dividervi i tempi di gestione secondo regole prestabilite, in modo che entrambi possiate godere di momenti di relativa tranquillità.

2. Rimanete attivi e socievoli

Senza poter andare al parco o invitare qualche amichetto a casa, potreste prendere in considerazione di essere meno restrittivi con il tempo che passano online, per videochiamare gli amici o fare i compiti insieme ai compagni di classe. I bambini sono pieni di energie ed in qualche modo devono sfogarle. Se praticavano uno sport pensate a qualche modo per farli rimanere attivi anche a casa: avete un armadio a cui appendere un canestro? Cercando su Youtube troverete tantissimi video di esercizi da fare in casa con i vostri figli, così rimarrete attivi anche voi.

3. Stimolate la creatività

Le lezioni di arte sono di solito le preferite dei ragazzi perchè consentono loro di esprimere tutta la loro creatività. Vi basterà dotarvi di pastelli, pennarelli, pennelli e carta e potranno perdersi per qualche ora nella loro immaginazione. Sempre online potete scaricare tantissimi disegni che i più piccoli possono colorare, o esempi cui i più grandi possano ispirarsi (Qui per esempio una bella idea con le forbici).

Ma non limitate la vostra creatività al disegno: tutti gli adulti in questo periodo di isolamento si sono dedicati alla cucina, perchè non coinvolgere i vostri figli? Scoprirete quanto tempo possano perdere con le mani in pasta, o a dare forma a dei biscotti.

L’ideale è trovare il giusto equilibrio tra le attività che possono svolgere in autonomia e quelle per cui è richiesta la vostra presenza.

4. Continuate ad imparare

Noi adulti  siamo stati bombardati da corsi online, video-lezioni, webinar, su qualunque argomento; è giusto, molti di noi probabilmente lavorano meno e non uscendo, abbiamo più tempo per la nostra formazione. Lo stesso può valere per i ragazzi: anche quelli le cui scuole si sono attivate fin da subito con le lezioni online ed i compiti, potrebbero trovarsi con un orario ridotto e molte ore da far passare evitando gli eccessi di noia. Approfondire e formarsi può essere una buona idea anche nel loro caso; Rai Scuola per esempio è ricca di contenuti (per i ragazzi un po’ più grandi) interessanti e facilmente fruibili.

5. Viaggiate virtualmente

Questo è il periodo in cui probabilmente le scuole organizzavano le gite, mentre in famiglia si pianificavano ferie estive e weekend primaverili fuori porta; difficili da sostituire interamente senza muoversi di casa, ma anche in questo caso, l’online viene in nostro soccorso. Per esempio moltissimi musei e gallerie d’arte si sono attrezzati per consentire dei tour virtuali (Qui ne trovate elencati 8); mentre voi vi godete la visita, i bimbi possono scegliere un’opera che li ha colpiti particolarmente e disegnarla.

Anche sfogliare le vecchie foto dei vostri viaggi, ricordare posti ed aneddoti può essere un ottimo modo per uscire con la mente dalle pareti di casa.

La situazione attuale sta colpendo tutti noi, ed in alcuni casi ha complicato il bilanciamento tra lavoro, famiglia e vita privata. Per molti, è la prima volta in cui tutta la famiglia trascorre così tanto tempo insieme in casa. Trovare delle modalità creative per affrontare questo periodo vi aiuterà a viverlo il meglio possibile.

Iscriviti alla Newsletter

Sottoscrivi Ora