5 idee liberatorie per le HR

Onestamente, con che spirito sei andato in ufficio stamattina? Eccitato dalla possibilità di nuove sfide ed entusiasta per il lavoro di creatività da svolgere con i colleghi, o demotivato dalle costanti problematiche, dagli oneri amministrativi e dalle difficoltà interne ai vari team?

Le HR si trovano spesso tra l’incudine ed il martello: i senior manager richiedono costantemente soluzioni innovative per le problematiche di gestione della forza lavoro e si aspettano che le Risorse Umane incentivino un cambiamento veloce ed efficiente. D’altro canto, nonostante i migliori sforzi dei professionisti, i datori di lavoro spesso guardano alle HR come al nemico e sono diffidenti verso le nuove iniziative.

liberating-hr

Quindi, se ti trovi un po’ malconcio ed avvilito, cosa puoi fare per ritrovare le giuste energie e la giusta motivazione? A noi sono venute in mente 5 idee per aiutare le Risorse Umane a lavorare meglio e divertirsi di più!

Esci dal tuo ambiente

Ammettiamolo, il tuo ufficio non è proprio l’ambiente più creativo dell’azienda, ma non dovrai allontanarti troppo per ritrovare l’ispirazione: già alzarti dalla tua scrivania e passeggiare all’aria fresca potrebbe sbloccare nuove idee ed aiutarti a vedere i problemi da un nuovo punto di vista.

Per far fiorire nuove idee è fondamentale il confronto, ma non il confronto tra colleghi dello stesso dipartimento. Muoviti all’interno dell’organizzazione e fai tesoro dei diversi approcci che i colleghi di altri team potranno portare in luce.

Focalizza sulle cose positive

È facile cadere nella trappola di focalizzare solo sulle cose negative: gli errori commessi, i progetti andati male, le riunioni che avremmo voluto gestire meglio. Spostare la nostra impostazione mentale su di un approccio più positivo, può portare enormi benefici.

Cerca di dedicare più tempo a comprendere cosa è andato veramente bene e quali insegnamenti puoi trarne. Rinforza questa visione più ottimista circondandoti delle evidenze di ciò che hai ottenuto. Potresti per esempio crearti una bacheca in cui attaccare i ringraziamenti ricevuti, le mail di complimenti, per darti la spinta giusta ogni mattina ricordandoti cosa sei stato capace di fare.

Crea una visione

L’idea, molto di moda negli ultimi anni, è quella di collezionare immagini, oggetti, ritagli e di unirli in un collage in cui venga rappresentato come vogliamo che evolva la nostra vita in futuro. Tenere questa board in un posto visibile quotidianamente ci aiuta a ricordare i nostri obbiettivi e ci incoraggia ad avvicinarcisi a piccoli passi quotidiani.

Lo stesso approccio si può avere nella vita lavorativa: unisci il tuo team e crea un collage che rappresenti come volete che le HR vengano percepite in azienda e come volete che si modifichi in futuro. C’è qualcosa di fortemente terapeutico nel passare un pomeriggio insieme a ritagliare ed incollare ed è un ottimo modo per creare una visione congiunta e far sì che tutti siano focalizzati sugli obbiettivi più importanti.

Riconosci l’importanza del tempo libero

Ogni 7 anni il designer Stefan Sagmeister chiude il suo studio di New York per un anno sabbatico per ringiovanire e rinfrescare la creatività del proprio team. In un’affascinante TED Talk ha descritto quanto accresca l’ispirazione del team per i 7 anni seguenti grazie a questo cambiamento di ambiente e ritmi, senza la pressione dell’orario lavorativo standard 9/18.

Certo, un anno sabbatico a Bali potrebbe essere fuori portata per quasi tutti noi, ma è uno spunto interessante per riflettere sulle modalità in cui aumentare e sfruttare il tempo libero proprio e dei propri collaboratori per sviluppare prospettive nuove e più fresche.

Divertiti

Il lavoro non deve essere sempre serio, anzi, dovresti trovare il modo di inserire momenti divertenti nella giornata lavorativa. Le persone sarebbero più felici, rilassate e probabilmente più produttive.

Puoi provare diverse attività di team building (corsi brevi di cucina, calcetto…) per creare situazioni di svago che uniscano tutti i collaboratori. Anche la pausa pranzo può essere sfruttata per unire le persone che condividono lo stesso interesse in piccoli gruppi di lavoro quotidiani (uncinetto, caccia ai Pokemon…). Ricorda però che il concetto di divertimento cambia significativamente da persona a persona; non importi, ma accogli i suggerimenti di tutti i dipendenti.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi una demo

Senza alcun impegno, inviaci i tuoi riferimenti attraverso il seguente form e ti contatteremo

I dati personali forniti non saranno comunicati ad altre aziende o utilizzati per scopi non autorizzati. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la nostra Policy della Privacy.

Iscriviti!

Sottoscrivi la nostra Newsletter per ricevere altri articoli come questo.