Perchè è importante costruire la propria resilienza al lavoro?

“Keep calm and carry on” Negli utlimi anni vediamo questo slogan ovunque. Il senso è quello di essere forti nelle avversità, mantenere la calma ed andare avanti, trovando una soluzione ad ogni problema. La resilienza è un elemento importante in ambito lavorativo, ed è una caratteristica che molti datori di lavoro ricercano nei loro collaboratori.

Ma che cosa rende una persona resiliente?

Vi sono tre elementi fondamentali che rendono una persona resiliente: accettazione delle sfide, impegno e controllo di sè. Quando posta di fronte ad una difficoltà, una persona resiliente la vive come una sfida da affrontare. Impegnarsi per raggiungere un obiettivo motiva gli individui resilienti che vedono uno scopo per il quale dare il massimo. Tendono poi a focalizzare i loro sforzi su ciò che possono controllare e su quegli ambiti in cui possono davvero fare la differenza; in questo modo si elimina tutto lo stress non necessario causato da eventi su cui non hanno potere.

Qualunque sia la nostra posizione lavorativa, un minimo di resilienza sarà sempre utile per affrontare le sfide quotidiane del nostro lavoro. La buona notizia è che la resilienza è una qualità su cui è possibile lavorare e che si può acquisire. Di seguito abbiamo raccolto alcuni suggerimenti per costruire la propria resilienza personale, così da rispondere al meglio a qualunque sfida il nostro lavoro ci proponga.

Dove ti trovi ora?

Fermati un attimo per comprendere la tua posizione attuale: sei nella posizione in cui vorresti essere? Cosa c’è nella tua To-do-list? Lo stai facendo per te o per qualcunaltro? Ponendoti queste domande, otterrai una maggiore comprensione dei tuoi bisogni e delle tue priorità; questo ti aiuterà a mettere tutto in prospettiva ed a comprendere dove stai spendendo un’energia eccessiva o ti stai sottoponendo ad uno stress immotivato.

Imposta obiettivi intelligenti

Definire obiettivi realistici e raggiungibili ha dei grandi benefici. Prima di tutto, ti aiuta a focalizzarti ed a mantenerti motivato, in secondo luogo, suddividere un grande scopo in tanti obiettivi più piccoli, lo renderà più gestibile, evitandoti di sentirti sopraffatto.

Accetta i rischi

Siamo quasi tutti spaventati dalla possibilità di fallire o commettere errori, ma le persone resilienti riescono a trasformare questi fallimenti in passi che li avvicinano agli obiettivi. Sono momenti che gli consentono di crescere ed imparare e non un ostacolo sul loro cammino. Come disse Thomas Edison “Non ho fallito, ho solo trovato 10.000 strade che non funzionano.”

Pratica la mindfulness

Libera la mente, lascia più spazio a problem solving ed all’ispirazione che ti consentono di affrontare meglio le difficoltà. Concediti del tempo per prepararti ai compiti quotidiani, come call o meeting e per riflettervi una volta conclusi. Quando lavori su progetti intensi, imposta brevi pause o diversifica il lavoro in modo da avere sempre la possibilità di fare cose diverse durante la giornata.

Prenditi cura di te

Quando qualcosa non funziona sul lavoro, tendiamo a farci sommergere: rinunciamo ai nostri svaghi, dormiamo male, saltiamo la pausa pranzo… Questo è nocivo non solo per il nostro benessere, ma anche per il nostro rendimento professionale. Prendendoti cura dei tuoi bisogni aumenterai la tua resilienza e sarai più pronto ad affrontare le sfide quotidiane.

Abbraccia il cambiamento

La flessibilità è un aspetto fondamentale della resilienza. Imparare ad apprezzare il cambiamento vi fornirà gli strumenti giusti per rispondere a qualunque inconveniente dovesse presentarsi. Questo molto spesso significa aumentare il proprio grado di curiosità ed apertura verso le nuove esperienze, uscire dalla propria comfort zone. Essere aperti al cambiamento vi fornirà un’infinità di opportunità che non avevate mai considerato.

Impara cose nuove

Per adattarti al cambiamento, devi apprendere continuamente cose nuove. Anche se trovare il tempo per comprendere un nuovo concetto o una nuova competenza all’interno di giornate già molto intense può sembrare controproducente, è importante non rimanere mai troppo ancorati alle vecchie modalità di azione, all'”abbiamo sempre fatto così”. Aprire la mente a nuovi metodi avrà grandi benefici sul lungo termine.

Non prendere il lavoro troppo seriamente

Avere senso di responsabilità è importante, ma devi capire quando fermarti. Ossessionarti con il tuo lavoro, soprattutto quando le cose non stanno andando bene, può facilmente portarti ad un sovraccarico. Se la situazione si fa complicata, non prendere tutto sulle tue spalle e ricordati che hai un team con cui collaborare per risolvere le cose.

Le persone resilienti sono un faro guida nelle situazioni stressanti. Le aziende che vogliono crescere e lavorare con persone di talento, devono incentivare i loro collaboratori a costruire la loro resilienza creando un ambiente che li aiuti a sviluppare le loro capacità ed offrendo supporto nei momenti difficili.

 

 

Iscriviti alla Newsletter

I dati personali forniti non saranno comunicati ad altre aziende o utilizzati per scopi non autorizzati.
Per maggiori informazioni, si prega di leggere il nostro impegno per la Privacy.